Fondimpresa Abruzzo

Stampa

Organismo Bilaterale Regione Abruzzo Confindustria - CGIL CISL UIL  

L’O.B.R. è stato istituito, nel mese di novembre 2004, quale articolazione territoriale regionale di Fondimpresa, il Fondo paritetico interprofessionale istituito da Confindustria, CGIL, CISL e UIL per la formazione continua degli operai, impiegati e quadri delle imprese aderenti.

Con la nascita di Fondimpresa, l’O.B.R. è subentrato all’ ”Organismo Paritetico Regionale dell'Abruzzo per la Formazione Professionale” – sorto in attuazione dell’Accordo interconfederale sulla formazione, stipulato il 20 gennaio 1993 da Confindustria, CGIL, CISL e UIL – che fino ad allora aveva rappresentato, per le Parti Sociali abruzzesi, lo snodo operativo della bilateralità nel sistema di formazione continua regionale.

L'O.B.R. si è reso promotore di iniziative formative rivolte a lavoratrici/lavoratori occupate/i, finalizzate essenzialmente alla divulgazione ed all'approfondimento della normativa in materia prevenzionistica. Ha effettuato studi e ricerche nella materia del mercato del lavoro e della formazione professionale. Ha realizzato l'attività di analisi dei fabbisogni di formazione professionale delle imprese abruzzesi.

L’O.B.R. – pariteticamente composto da componenti designati, per parte datoriale, dalla Confindustria Abruzzo e, per parte sindacale, da CGIL, CISL e UIL regionali – svolge la propria attività a favore di tutte le imprese operanti in Abruzzo, di qualsiasi settore economico ed anche se non associate al sistema confindustriale, che abbiano aderito a Fondimpresa.
L’adesione comporta il trasferimento automatico del contributo obbligatorio (previsto dall’articolo 25, quarto comma, della Legge n. 845/1978) dello 0,30% che le aziende versano all’INPS, il quale lo trasmette a Fondimpresa.
L’O.B.R. ha compiti di promozione, verifica e monitoraggio della formazione svolta sul territorio abruzzese con le risorse messe a disposizione da Fondimpresa.

La funzione promozionale riguarda entrambi gli strumenti di intervento attraverso i quali si esplica l’attività del Fondo, vale a dire:

  •  il Conto Formazione, conto aziendale nel quale ogni singola azienda aderente accantona il 70% della quota versata e dal quale può attingere quanto necessario per realizzare, in qualsiasi periodo dell’anno, azioni formative condivise rivolte alle/ai proprie/i lavoratrici/lavoratori;
  • il Conto di Sistema, che è un conto collettivo alimentato con il 26% dei versamenti, finalizzato principalmente a sostenere, mediante Avvisi pubblici, la formazione continua nelle piccole e medie imprese, favorendone l’aggregazione in Piani formativi di ambito interaziendale, territoriale o settoriale.

Tel. 366.5638856 Fax 0862/311929

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.fondimpresa.it

Assolab Sanità Abruzzo

Stampa

ASSOLAB SANITA’ di Confindustria Abruzzo rappresenta a livello regionale i Laboratori di Analisi Cliniche nella loro specificità di imprese di servizio fortemente qualificate, vicine al territorio e ai cittadini, in grado di offrire un sistema di servizi integrati nella logica di efficienza, qualità e massima competitività nei costi.

ASSOLAB SANITA’ vuole porsi quale interlocutore privilegiato nei confronti della Regione e del sistema sanitario regionale, per il miglioramento dei servizi assistenziali, sia in termini di abbattimento dei costi che per qualità dei servizi e tempistica di erogazione delle prestazioni.

Confindustria Abruzzo rappresenta pertanto il luogo in cui le imprese aderenti ad ASSOLAB SANITA’ potranno essere meglio rappresentate, presso istituzioni ed enti regionali, nelle diverse componenti dell’ambiente sociale ed economico, puntando congiuntamente alla promozione e all’attuazione di forme di interventi idonei a realizzare le condizioni per il proficuo svolgersi della attività imprenditoriale del settore in linea con i principi di libera concorrenza e competitività.

Coordinamento Regionale Consorzi Fidi

Stampa

Il Coordinamento Regionale dei Confidi Industriali ed Edili è nato nel 1996 con l’obiettivo specifico di sostenere lo sviluppo qualitativo dei Consorzi di Garanzia aderenti e di istituire una rappresentatività unica nei confronti delle istituzioni creditizie e regionali.

In particolare rientrano tra le attività del Coordinamento:
- rappresentare a livello regionale, nazionale ed europeo, tramite anche la partecipazione a Coordinamenti di tipo interregionale, i piccoli e medi imprenditori industriali ed edili operanti in Abruzzo e trattare in questi ambiti le questioni di interesse per le attività dei Confidi;
- studiare e trattare con i competenti organismi regionali i problemi attinenti al credito e partecipare alla formulazione delle leggi creditizie;
- scambiarsi informazioni sui rapporti Banche-Confidi-Imprese nelle diverse aree della regione con particolare riguardo alla gestione del credito, all’attività di concessione delle garanzie, alla gestione del contenzioso, agli interventi innovativi nei rapporti con gli Istituti di Credito.

Il Coordinamento ha sede in L’Aquila presso il Confidi L’Aquila e ad esso aderiscono i Confidi abruzzesi che fanno riferimento a Confindustria e precisamente il Consorzio di Garanzia Collettiva Fidi di L’Aquila, il Consorzio di Garanzia Collettiva Fidi di Pescara-Chieti, il Consorzio di Garanzia Collettiva Fidi di Teramo e l’Edilconfidi di L’Aquila.

Tali Confidi, come strutture di servizio delle Unioni Industriali e delle Associazioni Costruttori seppur da esse giuridicamente distinte, svolgono un ruolo importante nel rapporto Banca-Impresa permettendo l’ottenimento di finanziamenti garantiti a tassi di molto inferiori a quelli di mercato.

In questo senso esistono convenzioni per le operazioni creditizie a breve, medio e lungo termine che prevedono il rilascio di garanzie fideiussorie nei confronti delle aziende socie fino ad un massimo del 50% dell’affidamento.

A questo è da aggiungere che nelle diverse aree territoriali vengono ottenuti fondi per abbattere gli interessi pagati dalle aziende socie grazie alle disponibilità erogate ad hoc dalle locali Province e Camere di Commercio .

Inoltre l’accredito di fondi di garanzia ordinari da parte della Regione Abruzzo tramite la l.r.59/80 permettono a tali strutture di avere un ottimo grado di solvibilità.

Federturismo Abruzzo

Stampa

Federturismo Abruzzo nasce come sezione regionale di Federturismo, Associazione nazionale di categoria aderente a Confindustria.

Confindustria Abruzzo e le quattro Associazioni ed Unioni Industriali de L'Aquila, Pescara, Chieti e Teramo, insieme a Federturismo, hanno quindi deciso di operare sul territorio per realizzare iniziative concretamente indirizzate alla valorizzazione delle potenzialità turistiche.

Federturismo è rappresentativa di tutta la filiera del turismo e offre assistenza, servizi e rappresentanza a tutte le imprese del settore: dagli alberghi alle agenzie di viaggio e tour operator, dagli impianti di risalita alla nautica da diporto e crociere, dai parchi tematici all’industria congressuale, ma anche alle Associazioni territoriali con proprie sezioni turismo.

Federturismo è attiva sia nel turismo incoming che in quello outgoing ed è presente con un proprio Ufficio a Bruxelles per seguire l'evoluzione delle problematiche dell'industria del turismo all'interno del Parlamento e della Commissione dell'Unione europea. Federturismo partecipa con un proprio consigliere per il turismo al CNEL; un imprenditore di Federturismo è anche presente nel Consiglio di Amministrazione dell'ENIT.

Nel sistema Confindustria, ma anche nel panorama delle rappresentanze nazionali d'impresa, Federturismo è una realtà integrata e moderna perché ha saputo coinvolgere intorno ad un progetto innovativo e condiviso imprese e rappresentanze di tutta la filiera produttiva del turismo sollecitandole al dialogo con tutti i soggetti che possono contribuire alla crescita del settore sul territorio.

In tale ottica Federturismo ha previsto, fin dalla fase costituente, un legame organico - oltre che con le associazioni di categoria e i soci impresa - con il territorio, attraverso le associazioni territoriali e le Sezioni turismo.

Consulta Regionale Servizi Innovativi

Stampa

La Consulta Regionale dei Servizi Innovativi, altrimenti detta Servizi Innovativi di Confindustria Abruzzo nasce come sezione regionale di Confindustria Servizi Innovativi, così denominata in seguito alla fusione di Federcomin e FITA, che raggruppa le aziende operanti nella Regione produttrici di servizi specializzati alle imprese.

La nuova Federazione, Confindustria Servizi Innovativi, rappresenta un settore che in Italia conta su 750.000 imprese, 2.200.000 addetti e produce il 18% del PIL, dando voce unica alle attività di servizio produttrici di innovazione tecnologica, professionale, manageriale e organizzativa.

Il Terziario Avanzato, infatti, è diventato in tutte le economie mature un settore di primaria importanza, in termini sia di produzione di valore aggiunto, che come maggior bacino di forza lavoro intellettuale; non più, quindi, un settore trascinato dalla ristrutturazione dell’industria e da essa dipendente, ma capace di spinte autonome, alle cui dinamiche di sviluppo sono strettamente connessi i processi di innovazione tecnologica e l’aumento di competitività.

Si tratta infatti del settore che più si avvantaggia dell’innovazione tecnologica per generare sviluppo, sfruttando le opportunità date dalla maggiore circolazione di servizi, prodotti e conoscenze, determinata dalle nuove tecnologie informatiche e telematiche.

La Consulta Regionale dei Servizi Innovativi  si propone di:

  • rappresentare a livello regionale gli operatori del terziario avanzato e trattare nell’ambito regionale le questioni inerenti al settore stesso nei rapporti con gli Enti locali e con il territorio;
  • promuovere un costante collegamento con la Pubblica Amministrazione nell'intento di favorirne il rinnovamento, in adesione alle esigenze dei cittadini e delle imprese e in linea con le direttive comunitarie in materia di qualità dei servizi;
  • svolgere un ruolo culturale per la valorizzazione del Terziario Avanzato quale agente di innovazione e sviluppo del sistema delle imprese della regione Abruzzo;
  • svolgere un ruolo di coordinamento tra le Sezioni e i Raggruppamenti territoriali del Terziario Avanzato di Confindustria della regione Abruzzo, nell’intento di rafforzarne e perfezionarne l’attività e di agevolare l’unità di indirizzo nella soluzione dei problemi di comune interesse;
  • attivarsi per una sempre maggiore rappresentatività delle imprese del Terziario Avanzato dell’Abruzzo, sia all’interno del sistema Confindustria e delle relative associazioni di categoria del terziario Avanzato, sia presso istituzioni ed enti regionali.